venerdì 4 aprile 2014

Torta Soffice di Mandorle e Arance Senza Glutine... per iniziare a farmi perdonare

Ho scoperto di essere cattiva. Ma che dico cattiva: cattivissima. Ma che dico cattivissima: malvagia. Più della strega cattiva di Biancaneve, più di Crudelia Demon, persino più del maggiordomo che rapisce gli Aristogatti.

Io e il mio fidanzato viviamo in due città diverse (per fortuna ancora per poco). Accade spesso che, quando lui viene a trovarmi nel fine settimana, io gli prepari una torta da portare con sè, per la colazione della settimana successiva.

Dunque, lo scorso lunedì mattina, prima di partire, il mio fidanzato mi ha chiesto: "Allora posso prendere la torta?".
"No mi spiace, non ho ancora fatto le foto.": ho risposto io.
"Ma è la mia torta." Ha detto lui, tristissimo.
"Dai, non ci rimanere male, ti prometto che, per farmi perdonare, ti farò una torta buonissima, quella che vorrai tu.": io.
"Uffa.": lui. 


Le foto le ho fatte, ma, dopodichè, sono stata attanagliata da un fortissimo senso di colpa, peggio di come mi sarei potuta sentire dopo aver fatto cadere a terra il gelato ad un bambino. 
Già questa sarebbe una punizione sufficiente per la mia insensibilità, mostrata nell'aver privato il mio ragazzo della sua torta... ma il peggio è venuto dopo: la richiesta della "Torta del Perdono".

L'altra sera lui mi ha detto: "Ho pensato a che torta vorrei. Vorrei una torta sofficissima al gusto di arancia, farcita con crema all'arancia, e ricoperta di cioccolato. Ma il cioccolato deve essere croccante come quello dell'uovo di Pasqua e spesso 3 mm."

Cosa?! E ora come faccio? Vada per la torta sofficissima all'arancia con crema all'arancia, ma come si fa a ricoprirla con un croccantissimo strato di cioccolato spesso 3 mm? Mi sa che l'ha presa peggio di quanto pensassi...


Se state leggendo questo post, sappiate che tutto ciò è anche colpa vostra. Io la torta non gliel'ho fatta portare a casa per fotografarla e pubblicarla su questo blog, e per scrivere la ricetta che presto potrete leggere su questi schermi. Quindi avete il dovere morale di aiutarmi! Come si fa la croccantissima ricopertura di cioccolato?

Per temporeggiare, cercherò di addolcire il mio ragazzo con questa soffice Torta di Mandorle e Arance. Nel frattempo mandate aiuti da casa!

Questa torta è deliziosa, morbida e umida con un favoloso contrasto dolce/amaro. Vi consiglio vivamente di provarla. L'avevo già fatta in passato nella versione Pistacchi e Limoni, anche quella davvero niente male :-)



TORTA SOFFICE DI MANDORLE E ARANCE

Ingredienti 
(per una tortiera da 24 cm di diametro)
300g di mandorle
2 arance
200g di zucchero
6 uova
1 bustina di lievito per dolci
1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia
zucchero a velo
1 pizzico di sale
lamelle di mandorle

Procedimento
Far bollire le arance per un'ora. Dopo averle fatte raffreddare, privarle dei semi e frullarle fino ad ottenere una crema. 
Preriscaldare il forno a 180°C statico. Far bollire 200 g di mandorle per 30 secondi, poi unirle ai restanti 100 g e frullarle finemente. Separare i tuorli delle uova dagli albumi. Sbattere con delle fruste elettriche i tuorli d'uovo con lo zucchero. Quando saranno spumosi unire la farina di mandorle, la crema di arance, l'estratto di vaniglia e il lievito setacciato, mescolando bene con una spatola, fino ad ottenere un composto omogeneo. Montare a neve ben ferma gli albumi con un pizzico di sale e unirli al composto mescolando piano dal basso verso l'altro per non smontare gli albumi. 
Versare il composto nella tortiera imburrata o unta con olio, cospargere con lamelle di mandorle e far cuocere a 180°C per 45 - 50 minuti. Vale sempre la prova stecchino!
Far raffreddare la torta nello stampo, sformare e spolverizzare con zucchero a velo.


E' la prima volta che cospargo la torta con lamelle di mandorle, solitamente la lascio al naturale e spolverizzo semplicemente con zucchero a velo. Mi è molto piaciuta però la presentazione della Torta di Mele, Carote e Mandole di Gabila e quindi ho deciso di rubarle l'idea. 

Con questa ricetta partecipo al contest Per un pugno di Mandorle di Stefania del blog Cardamomo & Co..






11 commenti:

  1. ...perdonatissima, ma scherzi?!?! Questa torta è stupenda, il suo interno è succulento e bello umidoso e che dire dell'abbinamento?!? Uno dei migliori per me! Bravissima <3

    RispondiElimina
  2. Per fortuna da 5 anni la distanza tra me e Matteo è finita, ma posso dirti che scene così succedono spesso anche se siamo sotto lo stesso tetto... a volte nascondo i dolci che non voglio tocchi per poterli fotografare intatti, ehehe! Sai cosa si fa in questi casi? Si divide la dose... si fa una torta più piccola per il blog e una da poter mangiare subito... così la pace in famiglia è assicurata! :D
    Non posso aiutarti sulla copertura al cioccolato, non vorrei farti buttare la torta coi miei consigli da inesperta... allora sì che diventeresti cattiva cattiva e verresti qui a rubarmi le uova! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cavolo sei astuta, non avevo pensato alla doppia torta. D'ora in poi farò così, che idea! :-)

      Elimina
  3. Bella bella si questa torta! Io purtroppo sulla copertura di cioccolato non posso aiutarti! Non ne so nulla!! :)

    RispondiElimina
  4. questo post mi ha fatto morire dal ridere, e poi la "torta del perdono" mi sono chiesta anche io, quante di queste mi deve chiedere il mio compagno!?!?!? Meglio non contarle!
    Per la copertura della tua torta croccantissima al cioccolato io la ricoprire più volte con il cioccolato fuso, aspettando che si solidifichi tra uno strato e l'altro, ma sicuramente a questo avevi pensato anche tu. Questa tua torta non scherza affatto in tema di bontà, come pure quella limoni e pistacchi! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il suggerimento! Proverò questa tecnica, speriamo bene! :-)

      Elimina
  5. Malvagissima per il tuo ragazzo, ma tanto tanto buona con noi… e soprattutto con me, visto che me l'hai mandata per il mio contest!
    Mi sa che mi dovrò far perdonare anche io con il tuo ragazzo e allora ti dico che la copertura croccantina si fa sciogliendo il cioccolato senza niente, né burro né altro. Per averla lucida devi fare il temperaggio, quindi devi sciogiore una parte del cioccolato e poi inserire circa 25 g di cioccolato, mescolare e far sciogliere ancora. È un metodo super veloce e non precisissimo, ma di solito funziona :)
    P.s. Non ho trovato però il tuo link sul post, puoi mandarmelo di nuovo?
    Baci
    Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per il suggerimento! Spero di passare l'esame! :-) Ti rimando il link!

      Elimina
    2. Adesso è arrivato! Perfetto! :*

      Elimina
  6. Sarai cattivissima ma...la torta è molto bella e molto buona, sicuro ti farai perdonare ampiamente!

    RispondiElimina
  7. Lo sai che mi sono ritrovata nelle tue parole? Anche io a volte nascondo i dolci per poterli fotografare :D anche perché mio marito è molto goloso. Per i consigli sulla copertura Stefania ti ha già aiutato alla grande, splendida la tua proposta,bacini bellezza.
    Enrica

    RispondiElimina