martedì 31 gennaio 2012

Prove Generali di San Valentino Parte Seconda: Salmone al forno con Tortini alle Erbette e Crema di Robiola

Nell'ultimo post ho consigliato agli uomini di sorpredere le proprie fidanzate, in occasione di San Valentino, con dei deliziosi dolcetti fatti in casa. Per festeggiare come si deve, anche noi donne però dobbiamo impegnarci: propongo di cucinare, esclusivamente per chi se lo merita, un'intima e deliziosa cenetta, da concludere magari con le cup cakes che abbiamo ricevuto in dono.

Calma calma... non avete notato che ho sottolineato "per chi se lo merita"? Posate il tacquino dove stavate per scrivere la lista della spesa, mettette giù il telefono che avevate alzato per prenotare parrucchiere, estestista, e chi più ne ha più ne metta, per essere bellissime per il vosto lui. Chiediamoci prima se LUI, sì lui, egli, proprio lui, si merita tutto questo.
Molto spesso noi donne tendiamo a interpretare la realtà come più ci conviene e non siamo molto obiettive nei giudizi. Lo so che state pensando: "sì, LUI se lo merita", ma non è affatto scontato. Vi accompagnerò in un'analisi razionale della situazione, indispensabile per capire la differenza tra il bene e il male e per decidere se è il caso di mettersi ai fornelli o piuttosto andarsi a comprare un bel vestito nuovo. Ed ora aprite bene le orecchie.

Se, quando avete avuto la febbre a 40, LUI non è andato di corsa a comprarvi gli antibiotici perchè era in ritardo per un aperitivo, non vuol dire che tra le sue innumerevli doti c'è anche quella di diagnosticare telefonicamente la gravità della malattia e valutare se è urgente andare a comprare le medicine. Vuol dire che per lui era più importante l'aperitivo.
Se, quando siete tornate da un lungo viaggio di lavoro, LUI non è venuto a prendervi in stazione perchè doveva allenarsi in palestra, non vuol dire che apprezza la vostra capacità di essere donne indipendenti e moderne, che se la sanno cavare in ogni situazione. Vuol dire che per lui la priorità era la palestra.
Se, quando per il suo compleanno gli avete praparato di nascosto una torta e decorato la tavola con tanti cuori di carta che contenevano messaggi d'amore, e LUI, appena entrato in casa, ci ha buttato sopra i documenti del lavoro che aveva in mano, senza notare nulla, non vuol dire che era sopraffatto dalla stanchezza e lo stress che lo hanno accecato. Vuol dire che non gli importava affatto della torta.
Ora, non posso elencare tutte le situazioni di analoga portata che possono verificarsi, ma, nel caso in cui abbiate a che fare con un egocentrico, perfavore, è ora di smetterla di essere "LUIcentriche". Farete meglio a fare un po' di shopping,  piuttosto che cucinargli qualcosa, fosse anche pasta in bianco. Siete esentate dal proseguore la lettura di questo post, tanto in questo momento non vi serve imparare nessuna nuova ricetta. Piuttosto andate un po' in giro: potreste incontrare qualcuno che i vostri cuori di carta li apprezza.

Nel caso in cui invece il vostro lui è felice se riesce a farvi sorridere, se vi accarezza la testa quando siete preoccupate e non riuscite ad addomentarvi, se vi ha lavato i capelli quando avevate il braccio rotto, magari mettendovi anche la crema anti crespo, se lo yogurt del gusto che non vi piace lo mangia sempre lui, se vi farà mettere l'ultimo pezzo del puzzle che state facendo insieme, se, in sostanza, vi vuole davvero bene, allora sì che a questo punto dovete rimboccarvi le maniche!


SALMONE AL FORNO CON TORTINI ALLE ERBETTE E CREMA DI ROBIOLA

Ingredienti per 2 persone
1 trancio di salmone da 300 g
vino bianco
sale
Per i tortini
400 g di erbette
2 uova
125 g di ricotta
30 g di parmigiano grattugiato
sale e pepe
Per la crema
125 g di robiola
latte q.b.

Procedimento
Iniziare con la preparazione dei tortini. Montare a neve gli albumi. In una ciotola a parte amalgamare le erbette precedentemente fatte bollire, strizzate e sminuzzate, i tuorli d'uovo, la ricotta, il parmigiano, sale e pepe. A questo punto incorporare, mescolando piano dal basso verso l'alto, gli albumi montati a neve. Riempire gli stampini e cuocere in forno a 180°C per circa 20 minuti.
Nel frattempo dividere il trancio di salmone in due parti e privarlo della lisca centrale. Disporlo in una pirofila, bagnarlo abbondantemente con vino bianco, aggiungere un filo d'olio e un pizzico di sale. Far cuocere in forno a 200°C per circa 15 minuti.
Sciogliere la robiola in un tegamino a fuoco lento aggiungendo latte finchè la crema non avrà raggiunto la consistenza desiderata.
A questo punto servire il salmone appena sfornato, accompagnato dai tortini tiepidi coperti da alcuni cucchiai di crema di robiola.

Con questa ricetta partecipo al  al contest Cibo & Baci ideato da About Food e Smartbox!



Questa ricetta è stata testata da una coppia di amici, che sono venuti qualche giorno fa a cena a casa mia. Tutto in quella serata è stato davvero bello, ma ciò che ricordo con più emozione sono i loro reciproci sguardi, pieni di attenzione e di cura. Innamoratissimi, stanno facendo importanti progetti insieme. Quello che auguro a tutti, in occasione di San Valentino, è di trascorrerlo (magari provando una delle mie ricette) accanto ad una persona che vi guarda così, e che si merita proprio che voi gli prepariate un'intima e deliziosa cenetta, visto che con una carezza può farvi sorridere in questo modo.



15 commenti:

  1. una bella prova, un piatto molto raffinato

    RispondiElimina
  2. Grazie, mi fa molto piacere. Spero che avrai piacere di seguirmi.

    RispondiElimina
  3. Ciao Cuoca tra le Nuvole, ho bisogno di un tuo consiglio: tempo fa mi sono scordato di andare a prendere la mia fidanzata all'aeroporto e l'ho lasciata per più di mezzora ad aspettare il mio arrivo in una sala deserta. Secondo te continuerà a cucinare le sue specialità per me? Grazie per i tuoi consigli. Il blog è bellissimo e il piatto molto invitante. A presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Daniele quello che hai fatto è veramente terribile, ma, da quanto posso capire, la tua fidanzata ti ha perdonato... sono certa che continuerà a cucinare per te tanti piatti deliziosi, ma tu vedi di meritarteli sempre! ;-)

      Mi raccomando continua a seguire il mio blog per carpire tante ricette... per essere felici!

      Elimina
  4. Una serata speciale con la nostra cuoca tra le nuvole! tutto davvero delizioso...

    RispondiElimina
  5. E' bellissimo questo piatto :) mi piace un sacco.... Mi ricorda un famoso piatto di un ristorante qui a Roma che presenta il salmone al forno in questo modo.. Bravissima.. :)

    Riguardo l'accortezza dei LUI nei riguardi di una donna, beh :) mi hai fatto morire dal ridere e posso affermare solo una cosa: HAI RAGIONE CASPITA :) Io la penso così.. solo in pochi meritano le gioie della cucina "a mano" :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie sono davvero contenta che ti sia piaciuto il mio piatto, ma soprattutto che tu ti sia divertita leggendo il mio post! Spero che continuerai a seguirmi :-)

      Elimina
  6. Ciao Cuoca tra le Nuvole!! passa nella mia cucina! c'è un premio per te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! E' stata una bellissima sorpresa :-)
      Questo premio merita proprio un bel post!

      Elimina
  7. Da quando ho preparato una cena per il mio (grazie al cielo) ex che ha solo mangiato di corsa per poi festeggiare con gli amici il suo compleanno, cucino solo per me stessa :) e mi faccio un sacco di regali andando in giro a fare shopping..
    Qualche volta dono un muffin o un pezzo di torta ai miei compagni di corso..ma questa è tutta un'altra storia :D
    Bel blog: allegro, divertente, sincero e goloso!
    A presto!
    Georgie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie davvero. Stai attenta ai tuoi amici però, non vorrei che inventassero astute tecniche per impedirti di trovare l'uomo che si merita davvero di gustare i tuoi piatti, visto che adesso sono loro a mangiare tutti i dolcetti! :-)

      Elimina